L'educazione stradale arriva a Roma

Non la solita gita o il solito laboratorio didattico. Ma un vero e proprio programma di educazione stradale proposto alle Scuole d'Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado. A Roma.

Articoli Correlati

L'educazione stradale arriva a Roma


La S.I.C.E.S. (Società  Italiana Centro Educazione Stradale) é un vero e proprio centro di formazione per ragazzi dai 3 ai 15 anni, attiva a Roma con varie iniziative volte a diffondere la cultura dell'educazione stradale tra bambini e adolescenti.
A questo scopo, nel 1964, é stato creato il Parco Scuola del Traffico di Roma, finalizzato a offrire ai più piccoli nozioni di educazione stradale in scala 1:2: In pratica, si tratta di un plastico che riproduce la realtà  del traffico romano in tutti i suoi aspetti realizzato in modo tale che i bimbi possano sperimentare sulla propria pelle la sensazione di trovarsi nel traffico cittadino.


L'idea di fondo che sottende a questo progetto é che non sia necessario attendere il compimento del diciottesimo anno di età  per formare gli utenti della strada e che proprio le nozioni di educazione stradale apprese nel corso della prima infanzia e dell'adolescenza possano dar vita a automobilisti - ma anche pedoni, ciclisti, motociclisti. - migliori.
La struttura, a questo proposito, dispone di numerose attrazioni e servizi che renderanno le 'lezioni' più interessanti e interattive:
 

  • un'area apposita per svolgere lezioni pratiche di guida
  • un'aula per la proiezione di filmati di educazione stradale e per le esercitazioni teoriche
  • un'officina meccanica dove provvedere alla riparazione della propria mini autovettura
  • un ufficio per la consulenza e progettazione riguardante l'educazione stradale

     

     
    LEZIONI PER LE SCUOLE

    S.I.C.E.S. (Società  Italiana Centro Educazione Stradale) si rivolge in particolare alle scuole che possono qui organizzare gite e laboratori didattici sul tema dell'educazione stradale. I corsi sono destinati ai bambini della Scuola d'Infanzia (3-6 anni), della Scuola Primaria (6-10 anni) e della Scuola Secondaria di primo grado (11-13 anni) che potranno cimentarsi nella guida di mini vetture con motore a scoppio ed elettrico, imparare a riconoscere la segnaletica stradale, conoscere le normative che regolano la circolazione su strada. Inoltre, ai ragazzi con un'età  superiore ai 12 anni vengono proposti corsi di ciclomotore.

     

     
    FESTE ED EDUCAZIONE STRADALE

    Nei giorni di chiusura al pubblico, il Parco Scuola del Traffico diventa un'area accessibile a tutti all'interno della quale organizzare feste di compleanno per bambini all'interno di una sala di 60mq. La cifra va dai 320 ai 250€ (massimo 20 bambini) per festa a seconda che questa si svolga in un giorno di apertura o chiusura del parco e comprende l'iscrizione al Parco, l'uso dell'area, il foglio rosa, una lezione di mezz'ora di guida per ciascun bambino e materiale didattico.

    Per informazioni www.parcoscuola.it oppure telefonare al numero 06-5915725.

     


Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
bambo_desideri

La scuola e il Banco dei Desideri

Quarta edizione di questa bella iniziativa della Fondazione Mission Bambini per donare materiale scolastico a bambini e ragazzi in difficoltà.

continua »
bambina-scrittrice-hp

Si torna sui banchi di scuola

Anche quest’anno le vacanze per tutti i bambini e/o ragazzi stanno volgendo al termine, si abbandonano i luoghi di gaie spensieratezze per far ritorno alla routine quotidiana scandita dai ritmi scolastici

continua »
notte_bianca_aidf

Notte bianca: letture per educare all'ascolto

Grazie alla partnership fra AID (Associazione Italiana Dislessia) e Audible è nato un progeto di educazione all’ascolto con l'obiettivo di scoprire o riscoprire il piacere della lettura anche in presenza di dislessia.

continua »
primo-giorno-scuola-2

Il primo giorno di scuola

I giorni che precedono l’inizio della scuola e quelli immediatamente successivi possono costituire per un bambino una fonte di ansia e stress. Ma perché la scuola fa paura? E come aiutare il piccolo?

continua »
Cerca altre strutture