Cinture di sicurezza in gravidanza

Molte donne incinta sono convinte che la cintura di sicurezza possa arrecare danno al bambino. Il non utilizzo, però, comporta multe piuttosto salate e sanzioni che possono arrivare fino al ritiro della patente.

Articoli Correlati


 
Per quanto una gravidanza richieda attenzioni che normalmente sembrano scontate, per ciò che concerne i viaggi in automobile, se l’attesa non è stata dichiarata “a rischio”, la futura mamma può muoversi senza alcun timore e senza dover rinunciare a viaggi e fine settimana fuori porta!


È importante, però, prendere tutte le dovute precauzione ed essere ben informate per quello che riguarda l'uso della cintura di sicurezza durante i nove mesi di attesa.
Di seguito, dunque, i consigli di automobile.it per partire in tutta sicurezza.

La donna in dolce attesa in auto deve sempre sentirsi comoda e sicura per se e il proprio bimbo, per esempio avendo qualche cuscino extra per contrastare gli inevitabili sobbalzi e le buche impreviste. A tal proposito, il posto più sicuro è quello posteriore perché, in caso di frenate o urti improvvisi, è quello più protetto.
Il ruolo più importante è, però, svolto dalla cintura di sicurezza, obbligatoria secondo il Codice della Strada anche in gravidanza, salvo esplicita richiesta del medico indicata in un certificato da portare con sé in auto.
Il mancato utilizzo della cintura comporta una multa che può andare da 80 a 300 euro e la decurtazione di cinque punti dalla patente. Qualora l’infrazione sia commessa due volte in due anni si rischia addirittura la sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi

Purtroppo è piuttosto frequente che durante la gravidanza le donne non usino la cintura pensando erroneamente di poter arrecare danni al feto. In realtà, l’utilizzo della cintura di sicurezza in gravidanza riduce del 70% la gravità dei traumi a cui si può andare incontro in caso di incidenti.

Per alleggerire il fastidio nell’uso di questo dispositivo esistono numerosi prodotti come rivestimenti imbottiti da applicare sulla cintura stessa o l’adattatore di cinture di sicurezza che permette alla cintura di attraversare le cosce, anziché il ventre, evitando così la sensazione di oppressione della pancia in crescita.
L’adattatore è facile da installare e va posizionato sul sedile, a quel punto la cintura di sicurezza può essere allacciata normalmente e assicurata con dei bottoni sotto una fettuccia posta all’altezza del basso inguine della donna.

Per evitare ogni tipo di lesione al bambino e assicurare confort e tranquillità alla mamma bisogna semplicemente ricordarsi di indossare la cintura di sicurezza come suggerito di seguito:

  • Utilizzando un adattatore
  • Passando sotto il pancione la parte inferiore della cintura
  • Passando la parte superiore sopra una spalla
  • Attraversando il petto in diagonale tra i due seni

 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Bellezza-gravidanza

Beauty routine quotidiana in gravidanza

Quali sono i prodotti di bellezza che non dovrebbero mai mancare nel beauty case della futura mamma? Quali gli ingredienti da evitare?

continua »
Curiosita-gravidanza

9 curiosità sul corpo della donna in gravidanza

Durante la gravidanza, il corpo della donna si trasforma per accogliere il feto nel modo migliore. Alcuni cambiamenti, però, non hanno necessariamente a che fare con l'utero e la pancia. Per esempio...

continua »
Farmaco-depressione-postpartum

In commercio il farmaco contro la depressione post partum

La FDA (Food and Drug Administration), l'agenzia americana per i farmaci, ha dato il via libera alla commercializzazione del primo farmaco che dovrebbe contrastare la depressione post partum nelle prime settimane dopo il parto.

continua »
BonusBabySitter2019

Le neo mamme perdono il bonus bebè

La Legge sul Bilancio 2019 mette la parola fine al Bonus Baby Sitter, misura tutelativa nei confronti delle famiglie introdotta nel 2013 dalla Ministra Elsa Fornero.

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network