La valigia del parto

Ormai manca poco. Probabilmente siete già a casa in maternità ed è tempo di preparare la valigia da portare con sé in ospedale. Ma cosa metterci dentro? Quali sono le indicazioni degli ospedali in merito? 

Articoli Correlati

La valigia del parto



Terzo trimestre di gravidanza significa, tra le altre cose, preparazione della valigia da portare con sé in ospedale, la valigia del parto.


Si tratta di un momento emozionante e importante per la futura mamma poiché concretamente rappresenta l'imminenza del lieto evento e l'inizio di una nuova vita con il bimbo.
Per la prima volta, infatti, la mamma deve scegliere cosa far indossare al suo bambino, come presentarlo al mondo, in che modo ricordarlo nei suoi primi giorni di vita.
Oltre, quindi, all'aspetto più pratico, la preparazione della valigia del parto assume una forte valenza emozionale.

Ma cosa portare con sé? Cosa non bisogna assolutamente lasciare a casa?

Ogni ospedale ha la sua lista di cosa mettere nella valigia del parto. Noi ne abbiamo contatti 150 per conoscere quelle che sono le esigenze specifiche di ciascuno (qui l'elenco completo).
Vi formiamo, però, alcune indicazioni di massima che, a prescindere dalla struttura, rimangono sempre valide per preparare una valigia del parto 'standard'.

PER IL NEONATO
  • Body adatti alla stagione (per molti ospedali vanno bene anche magliette e mutandine)
  • Calzine
  • Un cappellino in cotone
  • Bavaglini
  • Una copertina o un lenzuolino per la bella stagione
  • Asciugamano per il bagnetto
  • Un pacco di pannolini
  • Salviette umidificate

PER LA MAMMA

  • Una camicia comoda o una maglietta per il parto
  • Camigia da notte o pigiama per i giorni di degenza
  • Ciabatte
  • Una vestaglia (nella stagione fredda)
  • Asciugamano/accappatoio per la doccia
  • Assorbenti post-parto (i normali assorbenti, generalmente, non vanno bene. In farmacia trovate quelli adatti per il post-parto)
  • Biancheria intima
  • Reggiseno per l'allattamento
  • Kit per l'igiene personale

DOCUMENTI
Ricordate, inoltre, di portare sempre con voi tutta la cartella clinica della gravidanza. Gli ultimi esami del sangue, le ultime ecografie, l'esame cardiaco e il nulla osta del medico per l'epidurale qualora vogliate farla..
Infine, non lasciate a casa un vostro documento di identità e il tesserino sanitario, fondamentale per l'accettazione al Pronto Soccorso.

Altri dettagli e cose che potrebbe essere utile portare con voi (cibo, acqua, snack...), le trovate qui. 
Verificate, però, nell'elenco degli ospedali cosa nello specifico richiede quello presso il quale avrete deciso di partorire.


 

Commenta questo articolo
  • Commento inserito da bambinopoli il 20 luglio 2018 alle ore 11:29

    Nell'articolo abbiamo riportato la valigia "standard" cioè quello che la maggior parte degli ospedali richiedono. Nel caso dell'Ospedale Macedonio Melloni ecco la scheda con le indicazioni dell'ospedale:

    MACEDONIO MELLONI - MILANO

    Le confermo che per il neonato non vengono richiesti bavaglini, asciugamano, pannolini o salviette. Per quanto riguarda la copertina ci è stato invece consigliato di inserirla in valigia.
    La ringrazio per le informazioni che ha voluto aggiungere al nostro articolo.
    La redazione

  • Commento inserito da Ilaria il 12 luglio 2018 alle ore 17:05

    Mio figlio è nato alla Melloni Milano: NO bavaglini, no coperte, no asciugamani li danno loro e non si può fare il bagnetto finché non perde il cordone, i pannolini li danno loro, idem le salviette



Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Fitball-in-gravidanza

Fitball in gravidanza. Ecco perché è utile

Non è molto diversa dalle palle che si trovano nelle palestre utilizzate per eseguire alcune sequenze di esercizi. Usata in gravidanza, la fitball apporta una serie di benefici durante tutti i tre trimestri di gestazione.

continua »
Peso-gravidanza

Aumento del peso in gravidanza

L'aumento di peso durante i 9 mesi di gravidanza è fisiologico e indispensabile per garantire la crescita del bambino. L'aumento, però, non segue un andamento lineare nei 3 trimestri. Ecco come dovrebbe cambiare il peso della futura mamma.

continua »
pavimento_pelvico-Kegel

Dopo il parto, esercizi di Kegel per allenare il perineo

Gli esercizi di Kegel che aiutano a mantenere allenato il perineo e rafforzano la muscoatua pelvica sono particolarmente indicati nel periodo del post partum per ritrovare il proprio benessere e assicurarsi una vita sessuale senza problemi.

continua »
Coranavirus-gravidanza

Coronavirus in gravidanza: cosa sappiamo

È incinta di 8 mesi la moglie di quello che è considerato in Italia il primo caso conclamato di coronavirus. Cosa sappiamo in merito? Cosa dicono gli esperti? 

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network