Le neo mamme perdono il bonus bebè

La Legge sul Bilancio 2019 mette la parola fine al Bonus Baby Sitter, misura tutelativa nei confronti delle famiglie introdotta nel 2013 dalla Ministra Elsa Fornero.

Articoli Correlati



Dal 1 gennaio 2019 non sarà più possibile, per le neomamme che decidono di tornare al lavoro dopo la nascita del figlio rinunciando alla maternità facoltativa, fare richiesta del Bonus Baby Sitter che prevedeva l'erogazione di 600€ mensili (fino a un massimo di 3600€) per sostenere le spese di baby sitter e nido.


A confermarlo, una circolare dell'INPS che ribadisce quanto stabilito dalla Legge di Bilancio 2019 in merito alle politiche sul walfare.

La misura era stata introdotta in via sperimentale nel 2013 dall'allora Ministro Elsa Fornero come forma di sostegno e tutela per le neomamme che scelgono di tornare al lavoro dopo la maternità obbligatoria per evitare l'allontanamento dal mondo del lavoro femminile dopo la nascita dei figli.

Il fenomeno, infatti, ha numeri preoccupanti: il 27% delle donne italiane, infatti, lascia la propria attività per assenza di parenti disponibili a sobbarcarsi il lavoro di cura, il 7% per i costi di asilo nido e baby sitter, il 2% per mancato accoglimento al nido e altre ancora per difficoltà di conciliazione
L'idea era, quindi, quella di fornire alle famiglie un sostegno e un incentivo per metterle nella condizione di affrontare con maggiore serenità i primi mesi della vita del bambino. Nel 2017 il bonus era stato richiesto da oltre 8.000 beneficiarie per un totale di 29,4milioni di euro.

Dal 1 gennaio 2019 le donne perdono questo diritto senza ottenere concrete misure tutelative di risposta.
Che ne aveva già fatto richiesta potrà usufruire del bonus fino al 31 dicembre 2019 con possibilità di dichiararlo sul Libretto di Famiglia fino al 29 febbraio 2020.

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Curiosita-gravidanza

9 curiosità sul corpo della donna in gravidanza

Durante la gravidanza, il corpo della donna si trasforma per accogliere il feto nel modo migliore. Alcuni cambiamenti, però, non hanno necessariamente a che fare con l'utero e la pancia. Per esempio...

continua »
Farmaco-depressione-postpartum

In commercio il farmaco contro la depressione post partum

La FDA (Food and Drug Administration), l'agenzia americana per i farmaci, ha dato il via libera alla commercializzazione del primo farmaco che dovrebbe contrastare la depressione post partum nelle prime settimane dopo il parto.

continua »
Rosolia-gravidanza

La rosolia in gravidanza: quali conseguenze

Malattia piuttosto banale se contratta durante l'infanzia, la rosolia può avere conseguenze nefaste durante la gravidanza. A rischio soprattutto le donne incinta nel primo trimestre che non hanno mai contratto la malattia o che non sono vaccinate.

continua »
Nomi-femminili-storia-arte

Nomi per bambine dalla storia dell'arte

Per le future mamme e i futuri papà in cerca di un nome per la loro bambina, l'ispirazione arriva dalla storia dell'arte. Ecco 10 nomi al femminile presi da artiste celebri italiane e non. 

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network