Vaccinazioni in gravidanza ed età fertile

Prima e durante la gestazione, quali sono le vaccinazioni consentite, quali quelle da evitare e quali quelle estremamente consigliate, in base ai parametri stabiliti dal Ministero della Salute.

Articoli Correlati

Vaccinazioni in gravidanza ed età fertile



IN PREVISIONE DELLA GRAVIDANZA



Dal momento che alcune malattie, anche considerate banali se contratte in condizioni normali, possono incidere sulla salute del nascituro con conseguenze anche mortali, per le donne in età fertile che desiderano avere un bambino, è fortemente consigliato, qualora non lo abbiano fatto, il vaccino contro morbillo-parotite-rosolia (MPR), il vaccino contro la varicella e il vaccino contro il papilloma virus (HPV).
Inoltre, fortemente consigliato, il richiamo decennale contro difterite, tetano e pertosse.


DURANTE LA GRAVIDANZA

  • VACCINAZIONI CONSIGLIATE
    Tra le vaccinazioni raccomandate durante la gestazione, sicuramente il dTpa, ovvero il vaccino contro difterite, tetano e pertosse, da effettuare idealmente tra la 27° e la 36° settimana e, idealmente, alla 28°, che consente alla donna di trasmettere gli anticorpi al bambino attraverso passaggio transplacentare, rendendolo immune dal rischio di contrarre questo tipo di infezioni nei primi mesi di vita (la pertosse, in particolare, risulta essere piuttosto grave in un neonato con effetti che possono essere anche letali). Il dTpa si è rivelato sicuro sia per la mamma che per il feto senza alcun effetto collaterale riscontrato.
    Per le future mamme, poi, che si trovano ad affrontare la gravidanza durante la stagione influenzale (novembre - marzo), fortemente consigliato anche il vaccino anti-influenzale che abbassa il rischio di ospedalizzazione, parto prematuro... in caso venga contratta la malattia.
     
  • VACCINAZIONI DA EVITARE
    Tra le vaccinazioni che, al contrario, possono risultare pericolose in gravidanza e andrebbero anticipate ai mesi precedenti, sicuramente il vaccino contro morbillo-parotite-rosolia (MPR) dal momento che contengono virus vivi attenuati, il vaccino contro la varicella e il papilloma virus.
    Sebbene non siano stati riscontrati problemi in donne sottoposte al vaccino ingnare di essere in stato di gravidanza, è comunque meglio evitare di esporre il feto a queste malattie e, anzi, in caso di vaccinazione programmata, è consigliato alla donna di attendere un mese prima di tentare di rimanere incinta. 


VACCINAZIONE ANTI-COVID


Per quanto riguarda le vaccinazioni contro il Covid, le donne in gravidanza non sono considerate un target centrale della campagna vaccinale e da quanto emerso negli studi dell'ultimo anno, anche in caso di contrazione della malattia, questa non ha avuto esiti fatali né per la mamma né per il bambino, salvo in soggetti già a rischio per infezioni alle vie respiratorie.
In assenza, quindi, di dati statistici sugli effetti della vaccinazione su questo tipo di target, per il momento, l'indicazione se vaccinarsi o meno rimane a carico del medico che, caso per caso, decide come comportarsi.
Non ci sono, quindi, indicazioni precise in questo senso.

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Cognome-madre

Finalmente ai figli anche il cognome della mamma

Storica la sentenza della Corte Costituzionale che si è espressa contro l'automatismo per il quale ai figli debba essere dato come standard il cognome del padre. Ecco cosa cambia.

continua »
Pilates-gravidanza-2022

3 motivi per scegliere il pilates durante e dopo il parto

Durante la gravidanza, come ha fatto la moglie di Luca Argentero. O dopo la gravidanza, come Chiara Ferragni o Belen Rodriguez. Il pilates è l'attività fisica preferita delle vip che stanno per partorire o hanno appena partorito. Perché?

continua »
Come-evitare-cadute-gravidanza

Come evitare cadute in gravidanza

Il cambiamento del baricentro, il peso della pancia che sbilancia in avanti la futura mamma, la difficoltà ad adattarsi a una nuova fisionomia, possono aumentare il rischio di cadute. Che in gravidanza, però, sarebbero da evitare. Ecco alcuni consigli.

continua »
incinta-40anni

Mamma dopo i 40 anni. I pro e i contro

Circa il 20% delle donne che affrontano una gravidanza, spesso la prima, hanno più di 40 anni. I pro e i contro di diventare mamma dopo quell'età.

continua »
Cerca altre strutture