7 azioni per la salute del bambino

Dalla campagna Genitori Più promossa dal Ministero della Salute, sette semplici azioni che i genitori possono attuare per prevenire malattie, malformazioni, traumi, incidenti…

Articoli Correlati

7 azioni per la salute del bambino


Genitori protagonisti della salute dei propri figli, sin dal concepimento. E, quindi, responsabili, nel bene e nel male, del loro stato psico-fisico.
Partendo da questo presupposto, il Ministero della Salute, in collaborazione con la Regione Veneto, la Federazione Italiana Medici Pediatri e l’Unicef, si è fatto promotore della campagna Genitori Più atta a far conoscere le Sette semplici azioni che mamme e papà possono attuare per prevenire malattie, malformazioni, traumi, incidenti, obesità, infezioni, difficoltà cognitive e relazionali.
Ecco, dunque:


 

7 azioni per la salute del bambino dal concepimento in poi


 
  1. Preconcepimento: l’importanza dell’acido folico:
    l’acido folico è una vitamina che assunta prima del concepimento e durante i primi tre mesi di gravidanza previene importanti malformazioni quali, per esempio, spina bifida, anencefalia, labiopalatoschisi, malformazioni congenite del cuore, dell’apparato urinario, scheletrico… La sua assunzione è sicura e non ha controindicazioni.
     
  2. In gravidanza: vietato fumare:
    il bambino va protetto dal fumo già durante la gravidanza. Le sigarette, infatti, sono spesso le responsabili principali del basso peso neonatale, di nascite premature, di mortalità perinatale e della sindrome della morte in culla. Ovviamente, i genitori devono evitare di sottoporre i loro figli a fumo passivo anche quando sono più grandi.
     
  3. Primo anno: allattare al seno!:
    il latte materno è la miglior fonte di sostentamento per il neonato nei primi sei mesi di vita, dal momento che gli fornisce tutti i principi nutritivi di cui ha bisogno e lo protegge da eventuali malattie e forme allergiche. Sembra, infatti, che i bambini allattati al seno siano meno inclini a sviluppare infezioni gastrointestinali e alle prime vie respiratorie. Inoltre, l’allattamento al seno sembrerebbe prevenire eventuali problemi futuri di obesità e difficoltà cognitive e relazionali.
     
  4. La nanna: sulla schiena è meglio:
    per prevenire la morte in culla (SIDS) si consiglia di far dormire il bambino a pancia in su, mantenendo la temperatura dell’ambiente intorno ai 20° e non coprendolo eccessivamente. Il divieto di fumo e l’allattamento al seno riducono ulteriormente il rischio di morte improvvisa del neonato.
     
  5. Spostamenti: obbligo di seggiolino:
    per il trasporto in automobile dei bambini, anche per spostamenti brevi, è obbligatorio l’uso del seggiolino che deve essere a norma di legge, idoneo per il peso del piccolo, di dimensioni appropriate e montato correttamente.
     
  6. Per il futuro: la prevenzione che passa dalla vaccinazione:
    le vaccinazioni permettono di prevenire malattie infettive, anche pericolose. Vaccinare il proprio figlio, quindi, significa proteggere lui e gli altri bambini dal rischio di contrarre questo tipo di patologie.
     
  7. Nati per leggere:
    la lettura ad alta voce, praticata già a partire dai 6 mesi, incrementa lo sviluppo cognitivo e relazionale del bambino. Inoltre, per il neonato quello della lettura rappresenta un momento di vero piacere in cui impara a conoscere meglio mamma e papà.


 

 

Per maggiori informazioni: www.ministerosalute.it

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Abbandono-passeggino

Guida all'abbandono del passeggino

Dopo i 24 mesi è consigliato iniziare abituare il bambino a camminare da solo abbandonando gradualmente l'uso del passeggino. Alcuni consigli.

continua »
Nanna-Doudou-Neonato

Un doudou per il neonato

È il primo pupazzetto che, normalmente, si regala al neonato. Senza bottoni o parti removibili, è formato da una copertina con una testa al centro. E va posizionato nella culla del piccolo dopo che ha “raccolto” l’odore della mamma.

continua »
igiene-neonato-cordone-ombelicale

Primi giorni con il neonato: come disinfettare il cordone ombelicale

Nei primi giorni, tra le varie cure da prestare al neonato, c'è quella del cordone ombelicale, che dovrebbe staccarsi nell'arco di 15-20 giorni in modo naturale, ma che va disinfettato per evitare problemi.

continua »
Nomi-Maschili-O

12 nomi maschili che non finiscono in O

Per le future mamme in cerca del nome per il proprio bambino, ecco un elenco di nomi maschili che non finiscono in O.

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana



I piú cliccati
Seguici sui network