Casa Sicura

Consigli e indicazioni per limitare il numero di incidenti tra le mura domestiche.

Articoli Correlati

Si chiama Casa Sicura ed è il portale messo a punto dal Ministero dello Sviluppo Economico al fine di tutelare i cittadini attraverso un sistema di informazioni, consigli e moniti che lo guidino verso scelte e comportamenti atti a prevenire problemi e rischi tra le mura domestiche, la dove il consumatore è 'l'unico e solo dominus'.
Nella sezione Sicurezza Bambini, quindi, sono riportate alcune normative per garantire sicurezza ai più piccoli in casa, evitando i numerosi incidenti che spesso, proprio nella propria abitazione, si verificano.


Innanzitutto alcuni dati: da un'indagine condotta nel 1999 dall'ISTAT sugli Aspetti della vita quotidiana, sono più di 3 milioni le persone che ogni anno subiscono incidenti domestici e, di queste, circa 68.000 sono bambini. Dall'indagine, però, emerge chiaramente che la maggior parte degli incidenti occorsi avrebbe potuto facilmente essere evitata con un comportamento più accorto e l'attenzione verso semplici regole di sicurezza. A seconda, poi, dell'età del bimbo e dell'attività svolta, varia la tipologia di incidente a cui questo potrebbe andare incontro: traumi e assunzione di sostanze nocive, per esempio, sono più frequenti nei bambini sotto ai 4 anni, quando i piccoli cominciano a muoversi autonomamente e a mettersi in bocca gli oggetti che li circondano.
Ecco perché, quindi, la sicurezza dei minori passa senz'altro verso una maggiore responsabilizzazione degli adulti.

REGOLE DI SICUREZZA


 
  1. Controllare che l'altezza delle sponde della culla o del lettino sia abbastanza elevata con una distanza tra le sbarre non inferiore agli 8 cm. Evitare sempre di lasciare da solo un bambino piccolo su una superficie elevata senza sponde (per esempio, sul lettone o sul fasciatoio).
  2. Se in casa sono presenti scale, è bene predisporre nei primi anni di vita del bambino e, soprattutto, da quando inizia a gattonare, cancelletti di sicurezza in cima e in fondo. Le finestre dovrebbero essere dotate di chiusure di sicurezza interna. Le ringhiere dei balconi e i davanzali dovrebbero essere sufficientemente alti (meglio non lasciare sedie, vasi, mobili sotto ai davanzali per evitare che il bimbo possa arrampicarcisi sopra) e la distanza tra le sbarre delle ringhiere dei balconi non dovrebbe essere tale da consentire a un bambino di infilarci in mezzo la testa.
  3. Regolare lo scaldabagno a una temperatura inferiore ai 50° e non lasciare mai i bambini vicini a una vasca piena d'acqua, soprattutto se calda.
  4. Coprire le prese della corrente con dispositivi di sicurezza e tenere sempre i bambini lontani da ogni fonte di elettricità e dagli elettrodomestici, in particolare se sono collegati alla rete elettrica.
  5. Non permettere ai bimbi di gironzolare intorno ai fornelli e, comunque, per sicurezza utilizzare sempre i fuochi più interni.
  6. Prodotti quali detersivi, medicinali, cosmetici… vanno conservati in ambienti non accessibili ai più piccoli, meglio se in armadietti chiusi a chiave. Onde evitare qualsiasi pericolo, non travasare mai liquidi velenosi nelle bottiglie alimentari per evitare che il contenuto possa essere scambiato per ciò che non è.
  7. Porre molta attenzione nel momento dell'acquisto dei giocattoli leggendo sempre le etichette (che dovrebbero contenere il marchio di certificazione CE) e l'età di riferimento indicata sulla confezione. Togliere di mezzo, per quanto possibile, oggetti piccoli che possono facilmente essere inghiottiti e impedire ai bambini di dormire con braccialetti, catenelle, orecchini.
  8. Tenere sempre a portata di mano il numero del proprio pediatra di fiducia e, se possibile, anche del centro antiveleno più vicino alla propria abitazione in modo da poter intervenire tempestivamente in caso di bisogno.

 

Per maggiori informazioni e per scaricare la guida Lo spazio domestico per i bambini consultate il sito www.casasicura.info.

Commenta questo articolo
  • Commento inserito da Antifurto Casa il 11 settembre 2016 alle ore 22:05

    ottimo articolo, è sempre bene tenersi in allarme contro gli infortuni in casa

  • Commento inserito da rocchina il 26 gennaio 2012 alle ore 16:00

    molto interessante

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
primo-mese-di-vita

Il primo mese di vita del neonato

Cosa succede nel primo mese di vita del neonato? Quali sono le prime difficoltà che mamma e papà devono affrontare nei primi giorni a casa con il bambino? 

continua »
SIN_SEPSI

Sepsi neonatale

Per la Societa'  Italiana di Neonatologia (SIN) e' necessario tenere alta l'attenzione su questa problematica che e'¨ tra le principali cause di morte neonatale

continua »
Estate_home

Come vincere il caldo

Temperature elevate per più giorni consecutivi e alti valori di umidità mettono a dura prova la salute, soprattutto dei più deboli. I consigli del Ministero della Salute per difendersi dal caldo.

continua »
Percentili-cosa-sono

A cosa serve il calcolo dei percentili

I percentili altro non sono che l'unità di misura inserita all'interno della curva di crescita che permette di stabilire se il neonato (e il bambino) cresce in modo regolare per la sua età. Ecco come si calcolano. 

continua »
Cerca altre strutture