Come scegliere il passeggino con le 5W - Neonato - Bambinopoli





Come scegliere il passeggino con le 5W

In un'ottica di consigli per l'acquisto, ecco 5 parametri da tenere sempre in considerazione quando si sceglie il passeggino/carrozzina per il proprio bambino.


Ultramoderno? Light? A tre ruote? Vintage? A ombrello? Trio?
Sembra banale, ma quando giunge il momento di scegliere il passeggino per il proprio bambino il rischio di confondersi in un mercato che offre di tutto e di più è altissimo.


DI passeggini/carrozzine in commercio, infatti, ce ne sono di tutti i tipi, le marche e i modelli, provenienti da aziende di tutto il mondo e, sempre più spesso, orientati al design e ammiccanti verso le ultime mode (generalmente dettate da vip e star paparazzati in giro mentre spingono passeggini di tendenza). Su www.passeggini.net se ne possono trovare di ogni tipo e fare le dovute valutazioni.
Cosa occorre valutare davvero, però, quando si deve comprare un passeggino?  

WHAT - COSA?
La prima domanda che vi consigliamo di porvi prima di procedere all'acquisto del passeggino è 'Cosa?'.
Nei primissimi mesi di vita del bambino rispondere al cosa è piuttosto semplice: vi occorre qualCOSA che sia in grado di accogliere il piccolo nel modo più confortevole possibile partendo dal presupposto che passerà sdraiato la maggior parte del suo tempo.
Il primo discrimine, quindi, nei primi mesi è: passeggino o carrozzina?
E il nostro consiglio è carrozzina
Sebbene, infatti, alcune mamme optino già dai primi mesi per passeggini reclinabili, in realtà, almeno fino al 4° mese il bambino dovrebbe poter stare in posizione completamente sdraiata.
A questo punto subentra la seconda domanda: trio o carrozzina?
La risposta qui dipenderà dalle esigenze: il trio è indubbiamente comodo per avere un sistema integrato in cui il passaggio da una modalità all'altra sia semplificato. Va valutato, però, che i trio sono spesso molto pesanti, decisamente ingombranti e spesso abbandonati quando dalla carrozzina si passa al passeggino in favore di modelli più leggeri.

WHO - CHI?
Chi siete è la seconda domanda che dovrete porvi.
Che persone siete? Qual è il vostro stile di vita? Vi spostate in macchina? O preferite camminare a piedi? Siete sportivi e la vostra idea sarebbe quella di andare a correre nel parco con il piccolo sin dai primi mesi? Usufruite dei mezzi pubblici? Vi piace fare shopping ed entrare e uscire dai negozi? Amate le lunghe camminate nei boschi o in campagna a cui pensate di non volere proprio rinunciare?
Rispondere a tutte queste domande vi darà il quadro generale del vostro stile di vita e, in linea di massima, vi aiuterà a optare per un modello piuttosto che per un altro (banalmente, se siete 'animali da città', adorate lo shopping e vi muovete solo coi mezzi o a piedi, il modello per voi dovrà avere misure contenute ed essere quanto più leggero possibile; se, invece, la vostra intenzione è la corsa nel parco quotidiana con il bimbo, forse potrete optare per un modello a tre ruote...)

WHERE - DOVE?
Il contesto in cui abitate è fondamentale per capire come orientarvi. Abitate in una città bimbo friendly? In riva al mare? In mezzo ai boschi? Le caratteristiche del passeggino ideale, infatti, cambiano a seconda del luogo in cui principalmente questo dovrà essere utilizzato. Se banalmente vi ritrovate tutti i giorni a dover percorrere diversi chilometri su una strada sterrata oppure se il vostro obiettivo è sopravvivere alle gimcane delle auto parcheggiate sui marciapiedi, avrete bisogno di passeggini diversi: con ruote larghe e un ottimo sistema di ammortizzazione nel primo caso; stretto e leggero nel secondo caso. 
Vi consigliamo davvero, da questo punto, di non seguire le mode. Ma di valutare bene la vostra situazione.

WHEN - QUANDO?
L'acquisto del passeggino, normalmente, avviene due volte nella vita del bambino.
Nell'ultimo mese di gravidanza quando mamma e papà scelgono il primo mezzo di trasporto del loro piccolo. E intorno ai 7/8 messi quando, normalmente, si passa a passeggini più leggeri in cui il primo parametro preso in considerazione è, normalmente, la comodità in termini di peso, chiusura e trasporto del passeggino stesso.
Alcune famiglie si trovano costrette a optare per un passeggino doppio quando alla nascita del primo bimbo segue a poca distanza la nascita del secondo. In tal caso, potrebbe valere la pena l'ipotesi di acquistare modelli di questo tipo.

WHY - PERCHE'?
A questa domanda potrete rispondere al termine del percorso di scelta quando ormai la lista dei candidati è ridotta a uno due modelli: perché mi serve esattamente quel passeggino o quella carrozzina? Perché tra tanti proprio questo?
La risposta a questa domanda sarà la summa delle risposte date alle altre e chiarirà il quadro della vostra scelta.
Mi serve un passeggino in grado di accogliere il bambino sin dai primissimi giorni, ultracompatto perché mi capita spesso di entrare e uscire da negozi affollati, leggero perché uso spesso i mezzi pubblici e pensato per muoversi agevolmente in città.
O ancora: mi occorre un passeggino robusto, pensato per correre su strade accidentate di campagna e che non abbia problemi sull'erba o se organizzo una passeggiata nel bosco...

Insomma. Provate davvero a comprendere quali sono le vostre esigenze in fatto di passeggini.
Mettete da parte il consiglio dell'amica o il passeggino all'ultima moda comprato dal vostro idolo di turno e fate una scelta che sia in linea con la vostra quotidianità. Alla fine ne sarete soddisfatti e sarete contenti della cifra spesa.

In tema passeggini, vi consigliamo anche la lettura di questo articolo sul modo per pulirli dopo un uso prolungato.

Commenta questo articolo
  • Commento inserito da Simona il 13 luglio 2017 alle ore 13:48

    Le migliori 5 domande che bisogna porsi!

    Io sono una donna molto puntigliosa negli acquisti e il mio approccio è sempre attento e critico. Il passeggino Anex ha risposto ai 5 perché e ai miei criteri di bellezza estetica e pratica. Questo articolo mi ha aiutato a restringere il campo su ciò che volevo cercare e che mi serviva: complimenti all'autrice!

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Passaggio-biberon-tazza

Dalla tazza al biberon in 5 mosse

Considerata una conquista minore rispetto ad altre più importanti (svezzamento, passaggio dal pannolino al vasino...), il passaggio dal biberon alla tazza rappresenta, comunque, un momento di crescita per il bambino.

continua »
Tappe-crescita-bebe-seduto

Tappe di crescita: il bebè impara a sedersi

Una delle principale conquiste motorie di un bebè è la capacità di sedersi da solo. Questo avviene, generalmente, tra i 4 e i 9 mesi. Ecco come stimolare il piccolo e prepararlo a questo grande passo. 

continua »
Allattamento-artificiale

6 cose che vi diranno se non allattate al seno. Non vere

L'amore che una mamma prova per il proprio bambino arriva dal cuore. Non dal modo in cui decide di allattarlo. Sebbene, dunque,  l'allattamento al seno, laddove possibile, sia da preferire all'allattamento artificiale, nessuna mamma va giudicata o criticata per le sue scelte in materia di allattamento.

continua »
Bambini-felici-adulti-sereni

Bambini felici. Adulti sereni

Alcuni traumi dell'infanzia si trasformano, in età adulta, in veri e propri complessi se non, addirittura, in patologie psichiche. Ecco 8 cose da evitare sempre con i bimbi per renderli, da grandi, persone serene ed equilibrate. 

continua »
Cerca altre strutture






Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network