L' UOVO DI PASQUA NELLA STORIA

L'uovo è sicuramente il simbolo più rappresentativo della Pasqua, per eccellenza la festa della primavera. La tradizione di scambiarsi le uova come segno benaugurale è antichissima, precedente addirittura al Cristianesimo. Simbolo della vita che si rinnova, infatti, l'uovo veniva donato un tempo quando la Pasqua coincideva con i riti primaverili per la fecondità: i Persiani, per esempio, già 3000 anni fa consideravano l'uovo di gallina un segno augurale simbolo della natura che si rinnova; analogamente gli Egizi erano soliti donare all'inizio della primavera uova dipinte ad amici e parenti come augurio di rinascita. I Romani erano soliti dire Omne vivum ex ovo, mentre risale alla tradizione orientale (Cina) l'idea che le origini della Terra vadano fatte risalire a un uovo gigante. Secondo la tradizione cristiana, invece, le uova sono il simbolo della Resurrezione di Cristo. La leggenda narra che Maria Maddalena, di ritorno dal Santo Sepolcro rimasto vuoto, tornando a casa per raccontare il miracolo ai discepoli, si imbatté in Pietro che non le credette schernendola: "Ti crederò solo se le uova che porti nel cestello si coloreranno di rosso". Immediatamente le uova assunsero un colore purpureo e lo scettico Pietro fu costretto a piegarsi davanti a cotanto miracolo. Da allora, alla fine di ogni Messa pasquale, venivano donate ai fedeli uova benedette dipinte di rosso a testimonianza del sangue versato da Gesù. Nel corso del Medioevo la tradizione voleva che uova sode dipinte a mano fossero servite a pranzo e donate ai servitori, mentre nel XV secolo si diffuse l'usanza di servire per colazione un'omlette preparata con le uova deposte dalla gallina il giorno del Venerdì Santo. Contrastanti, invece, le leggende che riguardano la nascita dell'uovo fatto interamente di cioccolato: c'è chi dice che fu Luigi XIV il primo a farle realizzare; altri, invece, sostengono che l'usanza provenga dalle Americhe poiché il cacao è una pianta originaria del Messico.

UOVO DI CIOCCOLATO
INGREDIENTI
1 kg di cioccolato fondente
1 stampo per fare l'uovo (meglio se di metallo)

COME PROCEDERE
Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato mescolando bene in modo che non si formino grumi e la crema sia liscia e omogenea. Versate la crema ottenuta nelle due metà dello stampo fino quasi a raggiungere il bordo. Distribuitela uniformemente ruotando lo stampo facendo in modo che il cioccolato ricopra perfettamente tutta la superficie. Quindi, colate il cioccolato in eccesso in un recipiente facendolo indurire a temperatura ambiente. Una volta indurito, versatelo nuovamente nei due stampi. Quando il cioccolato si sarà raffreddato, dovrete staccare le due metà dell'uovo dallo stampo. Per farlo, potreste scaldare gli stampi utilizzando, per esempio, uno straccio messo per qualche istante nel forno; dopodiché, infilate una spatola tra il cioccolato e il metallo e esercitate una lieve pressione sulle pareti (più o meno la stessa operazione che eseguite per sformare i budini): i gusci dovrebbero staccarsi senza eccessivi problemi, anche se forse la loro superficie non sarà perfettamente liscia come nelle uova confezionate. A questo punto riempite l'uova con la sorpresa che più desiderate e unite le due metà, passando sui bordi una spatola riscaldata esercitando una lieve pressione.


CIOCCOLATO, CIBO DEGLI DEI
STORIA DELLA PIANTA DI CIOCCOLATO

La polverina marrone che caratterizza il cioccolato conferendogli quel gusto unico e particolare, è in realtà un frutto che cresce nelle zone equatoriali della terra, il Theobroma cacao (il termine, conferitogli alla fine del 1700 dal naturalista Carlo Linneo, è di origine greca e significa, pensate, "cibo degli dei"). Numerose sono le varietà di alberi di cacao, ma le più famose rimangono il Criollo, con semi bianchi e molto profumati, e il Forassero, con semi violetti dal gusto forte e amaro. Da queste varietà vengono ottenuti numerosi ibridi, che uniscono le proprietà migliori dell'una e dell'altra pianta. I primi a coltivarlo furono, senza dubbio, i Maya anche se la leggenda vuole che l'albero del cacao crescesse spontaneamente già 4000 anni prima di Cristo. Per i popoli antichi i semi di cacao erano un bene prezioso a cui si attribuiva un valore mistico e religioso. Essi venivano tostati, macinati, mescolati con un liquido e sbattuti fino a diventare spumosi: il cacao veniva, poi, servito come ingrediente principale di una bevanda schiumosa chiamata xocolatl, amara e molto diversa dalla cioccolata cui siamo abituati noi oggi, ma in grado di stimolare le forze fisiche e mentali.

LEGGENDA AZTECA
Un'antichissima leggenda attribuisce al cioccolato natali divini: una principessa, lasciata a guardia del tesoro del suo sposo partito per difendere i confini dell'Impero, fu uccisa dai suoi nemici che invano volevano sapere dove questi fosse nascosto. Dal sangue versato dalla fanciulla nacque una pianta il cui frutto nasconde un tesoro di semi, amari come la sofferenza dell'amore, forti come la virtù, rossicci come il sangue ingiustamente versato. Era il dono di Quetzalcoatl, dio del sole e del serpente piumato, fondatore della cultura precolombiana in Messico, per il coraggio e la fedeltà pagati con la propria vita.


ARTICOLI SU PASQUA


L'ALBERO DI PASQUA: COME ADDOBBARLO
Ecco alcune idee per addobbare l'albero pasquale e decorare la casa per la prossima festività dell'anno. Come si realizza un albero di Pasqua?
continua »



LIBRI PER BAMBINI DA METTERE NELLE UOVA DI PASQUA
E se al posto dei soliti inutili giocattoli dentro l'uovo di Pasqua per il bambino chiedeste di mettere un libro? Freschi di stampa, ecco le ultime novità editoriali per l'infanzia da leggere tutte d'un fiato.
continua »



VIAGGI DI PRIVAVERA
GUIDA DI LONDRA PER UNDER 12

Pasqua, ponti di primavera, 2 giugno. Nei prossimi mesi le occasioni per viaggiare e partire alla scoperta di nuovi Paesi certo non mancano. Qui qualche consiglio di viaggio per chi sta pensando alla capitale inglese per il suo tour.
continua »



PASQUA. COME APPARECCHIARE LA TAVOLA
Ultimissime da Pasqua. Ecco alcune idee per apparecchiare la tavola pasquale in modo semplice eppure creativo. Utilizzando i colori tipici e tutti gli elementi che sono tipici di questa festività primaverile: i fiori, le piante, le uova, i coniglietti...
continua »


CACCIA ALLE UOVA DI PASQUA
Tradizione tipica nei Paesi del Nord Europa e negli Stati Uniti, la caccia alle uova di Pasqua si sta affermando anche da noi come una delle attività più divertenti del periodo pasquale. Ecco perché vale la pena organizzarne una e qualche consiglio per allestirla al meglio.
continua »


TRE RICETTE DOLCI PER PASQUA
Se uovo e colomba non possono davvero mancare sulla tavola di Pasqua, ecco come diversificare il menu dei dolci nei giorni a ridosso della festa e in quelli successivi. Tre ricette da proporre in alternativa a quelle più classiche.
continua »


DECORAZIONI DI PASQUA: LE UOVA
Ultimi giorni prima di Pasqua. Ecco qualche idea per utilizzare il tema della uova come decorazione per la casa di Pasqua. E data ll'arrivo della bella stagione, qualche consiglio per vestire la casa di primavera in modo creativo.
continua »



LAVORETTI DI PASQUA A TEMA PULCINI
Dopo i coniglietti, ecco altre decorazioni pasquali da realizzare in casa con l'aiuto dei bambini sul tema, questa settimana, dei pulcini. L'idea, come sempre, coinvolgere i piccoli in attività creative facili, divertenti e progettate, se possibile, partendo da materiale riciclato.
continua »



LAVORETTI DI PASQUA A TEMA CONIGLI
5 lavoretti di Pasqua a tema (questa settimana conigli) da fare insieme ai bambini per decorare in modo creativo, originale e, soprattutto, handmade la casa in attesa della più importante festa primaverile.
continua »



TRADIZIONI PASQUALI NEL MONDO
Le più bizzarre tra le tradizioni pasquali al di fuori dei confini nazionali. Dall'Inghilterra agli Stati Uniti ecco come si festeggia la prima festa di primavera.
continua »