Beauty routine quotidiana in gravidanza

Quali sono i prodotti di bellezza che non dovrebbero mai mancare nel beauty case della futura mamma? Quali gli ingredienti da evitare?

Articoli Correlati

Beauty routine quotidiana in gravidanza



Prendersi cura di sé durante i nove mesi di gravidanza significa, soprattutto, scegliere con cura i prodotti di bellezza, evitando quelli che contengono sostanze potenzialmente dannose per il feto e privilegiando le creme e i trattamenti naturali.
Al contempo, vuol dire anche stabilire una routine di benessere quotidiano che aiuta la futura mamma a rimanere in forma e a sentirsi bene nel suo nuovo corpo.



PREVENIRE LE SMAGLIATURE


Le smagliature sono il risultato del cambiamento di peso nell'arco dei 9 mesi, degli sbalzi ormonali, della perdita di elasticità della pelle. Ne soffronto il 90% delle donne e fanno, generalmente, la loro comparsa a partire dal settimo/ottavo mese. Sebbene siano, quindi, molto diffuse e difficili da prevenire, nell'arco di tutti i nove mesi è possibile intervenire per contrastarne la comparsa quanto più possibile, aiutando la pelle, soprattutto nella zona della pancia, del seno e delle cosce, a rimanere mrbida ed elastica.
La beauty routine in questo senso, dunque, prevede l'utilizzo dopo la doccia o la sera prima di andare a dormire di un olio naturale a base di mandorle o argan da massaggiare delicatamente sulla pelle fino a completo assorbimento.
Il trattamento va eseguito anche nei mesi successivi alla nascita del bambino, fino a quando il peso non si sarà stabilizzato e sarete tornate nella vostra taglia.

PRENDERSI CURA DELLA PROPRIA PELLE

Si dice che in gravidanza gli ormoni rendano la pelle del viso più bella, luminosa e compatta. Questa informazione, però, non è purtroppo vera per tutte le donne: alcune, infatti, tendono a riempirsi di brufoletti e punti neri rivivendo, nei nove mesi, una seconda adolescenza. La causa è ormonale e tende a scomparire una volta partorito. C'è poco, quindi, da fare in termini di trattamenti di bellezza e maschere.
È importante, però, anche in questi casi prendersi cura della propria pelle come si è sempre fatto, portando avanti una beauty routine non molto diversa da quella a cui si è sempre abituati: crema idratante per il giorno, crema nutriente per la notte, detergere la pelle sempre dal trucco e al termine della giornata in modo da eliminare ogni residuo di make-up e le impurità...
I prodotti vanno scelti con molta cura: da evitare, infatti, tutte le formulazioni che contengono ftalati, perossido di benzoile, acido salicilico, retinolo, formaldeide...
Preferite, di contro, prodotti naturali, acquistati, se possibile, in farmacia o con il consiglio di un'esperta.

SOLE SI, MACCHIE NO

Con l'arrivo della bella stagione, molte future mamme decidono di trascorrere al mare le loro vacanze. Una scelta azzeccata dal momento che tantissimi sono i benefici che ne derivano.
È molto importante, però, esporsi al sole con le dovute cautele, dal momento che durante la gravidanza la pelle è molto più sensibile e soggetta al rischio di macchie (scoprite di più sul cloasma gravidico): no, quindi, ai bagni di sole nelle ore più calde della giornata, sì, invece, all'uso di creme ad alta protezione sia sul viso che sul corpo. Nella scelta, preferite quelle prive di profumazione e a basso rischio allergico da utilizzare anche se rimanete all'ombra sotto all'ombrellone.

PREPARARE IL SENO ALL'ALLATTAMENTO

il seno giocherà un ruolo chiave dopo il parto. Ecco perché, durante la gravidanza, non solo è importante prendersene cura con prodotti (e indumenti) specifici che lo sostengano aumentandone l'elasticità, ma è fondamentale preparare il capezzolo al compito che è chiamato ad assumere durante l'allattamento. A questo proposito, esistono oli specifici per massaggiare il capezzolo negli ultimi mesi di gravidanza che lo stimolano oltre ad aumentarne l'elasticità

Leggi anche: Gravidanza e tintura per capelli
 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Citomegalovirus2021

Virus in gravidanza: il citomegalovirus

Più diffuso di quanto si pensi, il CMV o citomegalovirus è un virus della famiglia degli herpes che se contratto in gravidanza può avere serie conseguenze sul nascituro.

continua »
Estate-Pancione2021

Estate col pancione in 10 domande

10 domande e altrettante risposte per affrontare al meglio i prossimi mesi estivi con il pancione. Dall’esposizione al sole ai bagni in mare, dal caldo ai viaggi.

continua »
Ipotesi-gravidanza

Dimmi che sei incinta senza dirmi che sei incinta

Quali sono i segnali che lasciano intuire che una donna è incinta sebbene ancora la pancia non si veda e i segni della gravidanza non siano ancora comparsi?

continua »
Madri_2019

Come sono le mamme che hanno partorito nel 2019?

Il Ministero della Salute ha reso noti i dati sulle caratteristiche delle mamme che hanno partorito nel 2019 e dei loro bimbi. Qual è il loro identikit?

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana



I piú cliccati
Seguici sui network