Bambini a bordo (e passeggeri scontenti)

In base al nuovo sondaggio condotto da Tripadvisor su oltre 5000 viaggiatori europei, il più grande fastidio per chi si sposta in aereo è rappresentato dalla presenza a bordo di bambini maleducati e genitori poco attenti.

Articoli Correlati

Bambini a bordo (e passeggeri scontenti)


Per il terzo anno consecutivo, Tripadvisor, il noto portale di recensioni che raccoglie intorno a sé una vera e propria comunità di viaggiatori e turisti da tutto il mondo, ha indetto un sondaggio tra i frequent flyer per scoprire quali sono gli aspetti più fastidiosi in volo tra i passeggeri, soprattutto quando si trovano ad affrontare lunghe percorrenze. E, come gli altri anni, il dato è emerso non è certo confortante per le famiglie e per chi si sposta con bambini al seguito:
quasi un terzo degli intervistati italiani ha risposto che pagherebbe un extra per viaggiare senza bimbi a bordo.


Dover affrontare un viaggio in aereo, infatti, non è sempre impresa facile: stare a stretto contatto con passeggeri poco educati, rumorosi o con poco rispetto degli spazi altrui può richiedere una prova di pazienza che non tutti affrontano di buon grado. E se i compagni di viaggio sono bambini super vivaci e in continuo movimento, la situazione può persino peggiorare.
I 5000 viaggiatori intervistati, di cui 1700 italiani, hanno dato in proposito risposte analoghe: non esiste nulla di peggio, per chi si sposta in aereo, che la presenza di piccoli scalmanati e fuori controllo, incapaci di stare fermi e seduti e pronti a scalciare continuamente contro il sedile di fronte sotto gli occhi distratti dei genitori.

Ancora più dei bimbi, infatti, a infastidire i passeggeri di mezzo mondo, sono i loro genitori incapaci di porre un freno ai propri figli e quasi infastiditi di fronte alle lamentele degli altri passeggeri.
BAMBINI SI BAMBINI NO

La diatriba sull’argomento, sondaggio di Tripadvisor a parte, è nota. C’è chi sostiene che anche le famiglie abbiano il diritto di spostarsi e che non si possono porre limiti alla libertà delle persone, e c’è chi propone voli ad hoc per under 16, ghettizzando bambini e genitori, se possibile, non solo per quanto riguarda gli spostamenti aerei, ma anche le strutture ricettive, le mete…
Naturalmente, secondo noi, il buon senso come sempre si trova a metà strada. E tolleranza ed educazione sono le chiavi di volta per risolvere al meglio la questione. Se, infatti, da una parte non si può pretendere che bambini di pochi anni si comportino come adulti in miniatura (e, tantomeno, è pensabile l’idea di impedire alle famiglie l’accesso a certe compagnie, certi voli, certe strutture ricettive), dall’altro è fondamentale che i genitori insegnino e pretendano dai loro figli educazione e rispetto per gli altri a costo, di fronte a bambini maleducati, di rinunciare alla partenza.
Insomma, un po’ di tolleranza da una parte appunto. E la pretesa di educazione dall’altra.
A questo proposito, proprio qualche mese fa avevamo pubblicato un articolo con una proposta molto interessante: un servizio di baby sitting sugli aerei per le tratte più lunghe (tutti i dettagli) in modo tale da impegnare i bambini in attività divertenti che impedissero loro di essere fonte di disturbo per gli altri.
Sempre più, poi, si sta sviluppando un turismo estremamente targhettizzato per famiglie. Addirittura con mete ad hoc, strutture, consigli di viaggio, opportunità, sconti…. per chi si sposta con i più piccini.
A questo proposito segnaliamo la guida BIMBINVIAGGIO edita da Guidemoizzi e distribuita a partire da maggio 2012 presso aeroporti, autogrill, stazioni ferroviarie…. Con tantissime offerte e possibilità Family Friendly.

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Winnie-The-Pooh-House

Chi vuole dormire nella casa di Winnie The Pooh?

Per tutti i bimbi che amano o hanno amato le avventure di Winnie The Pooh, una grande notizia. In Gran Bretagna è stata ricostruita la sua casetta nel bosco ed è disponibile per chi desidera soggiornarvi. 

continua »
Breslavia_Home

Viaggio in Polonia: la nostra esperienza

Non è un viaggio da tutti i giorni e in questo periodo lo è ancora meno. Ma oggi - cosa che non facciamo mai - partiamo da un'esperienza personale assolutamente positiva. Due setitmane in giro per la Polonia con una bambina di 8 anni.

continua »
Venezia-bambini2020

Venezia in un giorno. Con i bambini

Qual'è il momento migliore per visitare Venezia?  Ecco un itinerario perfetto per una giornata alla Serenissima con i bambini.

continua »
Green-Pass

Covid: come cambiano le regole dal 5 agosto

Rese note le misure messe in atto dal Governo per contenere la diffusione del virus ed evitare nuove chiusure in autunno. Entreranno in vigore a partire dal 5 agosto.    

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana



I piú cliccati
Seguici sui network